V DOMENICA DEL TEMPO ORDINARIO ANNO B (Mc 1,29-39) 7 FEBBRAIO 2021

https://teresina1.myblog.it/2020/11/07/xxxii-domenica-del-tempo-ordinario-anno-a-mt-251-13-8-novembre-2020/

Lo trovarono e gli dissero: «Tutti ti cercano!». Egli disse loro: «Andiamocene altrove, nei villaggi vicini, perché io predichi anche là; per questo infatti sono venuto!».

TESTO:-
Dal Vangelo secondo Marco. (Mc 1,29-39)
In quel tempo, Gesù, uscito dalla sinagoga, subito andò nella casa di Simone e Andrea, in compagnia di Giacomo e Giovanni. La suocera di Simone era a letto con la febbre e subito gli parlarono di lei. Egli si avvicinò e la fece alzare prendendola per mano; la febbre la lasciò ed ella li serviva.
Venuta la sera, dopo il tramonto del sole, gli portavano tutti i malati e gli indemoniati. Tutta la città era riunita davanti alla porta. Guarì molti che erano affetti da varie malattie e scacciò molti demòni; ma non permetteva ai demòni di parlare, perché lo conoscevano.
Al mattino presto si alzò quando ancora era buio e, uscito, si ritirò in un luogo deserto, e là pregava. Ma Simone e quelli che erano con lui, si misero sulle sue tracce. Lo trovarono e gli dissero: «Tutti ti cercano!». Egli disse loro: «Andiamocene altrove, nei villaggi vicini, perché io predichi anche là; per questo infatti sono venuto!».
E andò per tutta la Galilea, predicando nelle loro sinagoghe e scacciando i demòni. Parola del Signore.

RIFLESSIONI

Gesù passa tra noi e ci guarisce. Ci ha rigenerati e guariti con la grazia del battesimo e ci rinnova ogni giorno con la sua misericordia.
Siamo dei salvati, ma lo siamo per essere segno del Cristo presso i nostri fratelli e le nostre sorelle.
La suocera di Pietro dà ad ognuno di noi l’esempio di chi, guarito dal Cristo, sceglie di servire.
Le folle cercano Gesù attirate da ciò che egli dice e dai segni che opera. È la carità che le richiama e la carità è certamente il segno più luminoso e distintivo di ogni comunità cristiana.
Ma per essere davvero testimoni e annunciatori del Cristo occorre ancorare la propria vita nella preghiera e nella contemplazione: Gesù si ritira a pregare solo in un luogo deserto e indica la strada maestra che dobbiamo seguire se vogliamo essere suoi veri discepoli.

V DOMENICA DEL TEMPO ORDINARIO ANNO B (Mc 1,29-39) 7 FEBBRAIO 2021ultima modifica: 2021-02-07T11:55:36+01:00da angelaurgese20
Reposta per primo quest’articolo

7 risposte a “V DOMENICA DEL TEMPO ORDINARIO ANNO B (Mc 1,29-39) 7 FEBBRAIO 2021

  1. Dolce Serata .Amore è tutto ciò che aumenta, allarga, arricchisce la nostra vita, verso tutte le altezze e tutte le profondità.(Franz Kafka).ti auguro che la tua serata sia piena d’amore un abbraccio.Antonio

  2. Felice Serata .Amo la semplicità, mi piacciono le persone che sanno ascoltare musica con il cuore, sentire gli odori della vita, catturarne l’anima. Perché lì c’è verità, c’è dolcezza, lì c’è ancora amore.( Carlo Prevale).Che questa tua serata sia ricca d’amore e tanta felicità.un abbraccio.Antonio..Clicca

  3. Buongiorno .Abbiamo bisogno di tutto poi ci accorgiamo che anche tutto non ci basta mai e che l’unica cosa di cui abbiamo bisogno è solo di amore.(oberto Colonnelli).Ti auguro una Buona Settimana piena d’amore un abbraccio.Antonio

  4. “Nel momento in cui dubiti di poter volare, perdi per sempre la facoltà di farlo”. (Peter Pan) Che sia per te una settimana di gioia e amore. Buon Lunedì con un sorriso..Laura , CLICCA

  5. Buona serata cara Teresina sotto l’occhio vigile del Signore.
    Un abbraccio da Divina

  6. Salve 🙂 grazie del tuo pensiero 🙂 Egli è la nostra luce grandi sono le sue opere per noi, Il Signore ti benedica con tutta la tua famiglia vi doni una serata speciale ricca di pace gioia nell’amore 🙂

  7. Salve, una serata felice. Ti auguro ogni bene e tanta gioia nel Signore. Un pensiero dal Vangelo.
    GESU’ DICE: “IO SONO LA LUCE DEL MONDO”.
    – Io come luce sono venuto nel mondo, perché chiunque crede in me non rimanga nelle tenebre. – Giovanni 12,46.
    La luce del Signore ci guida, ci dona pace e gioia, ci libera dal turbamento e dalla paura. Il nostro allontanamento dalla luce ci conduce, invece, alla tristezza, all’angoscia, all’inquietudine. https://teresina1.myblog.it/wp-content/uploads/sites/406693/2015/10/7_Vs_orig.png

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato ma sarà visibile all'autore del blog.