8 dicembre Immacolata Concezione della Beata Vergine Maria

Beata Vergine Maria Di Lourdes
MARIA PONTE FRA CIELO E TERRA

Ecco concepirai un Figlio e Lo darai alla luce.

Dal Vangelo secondo Luca (Lc 1,26-38)

In quel tempo, l’Angelo Gabriele fu mandato da Dio in una città della Galilea, chiamata Nàzaret, a una Vergine, promessa Sposa di un uomo della casa di Davide, di nome Giuseppe. La Vergine si chiamava Maria. Entrando da Lei, disse: «Rallègrati, Piena di Grazia: il Signore è con Te». A queste parole Ella fu molto turbata e si domandava che senso avesse un saluto come questo. L’Angelo Le disse: «Non temere, Maria, perché hai trovato Grazia presso Dio. Ed ecco, concepirai un Figlio, Lo darai alla luce e Lo chiamerai Gesù. Sarà grande e verrà chiamato Figlio dell’Altissimo; il Signore Dio gli darà il trono di Davide suo padre e regnerà per sempre sulla casa di Giacobbe e il suo Regno non avrà fine». Allora Maria disse all’Angelo: «Come avverrà questo, poiché non conosco uomo?». Le rispose l’Angelo: «Lo Spirito Santo scenderà su di Te e la potenza dell’Altissimo ti coprirà con la sua ombra. Perciò Colui che nascerà sarà Santo e sarà chiamato Figlio di Dio. Ed ecco, Elisabetta, tua parente, nella sua vecchiaia ha concepito anch’essa un figlio e questo è il sesto mese per lei, che era detta sterile: nulla è impossibile a Dio». Allora Maria disse: «Ecco la Serva del Signore: avvenga per me secondo la tua parola». E l’Angelo si allontanò da Lei. Parola del Signore

!cid_83A-722068

RIFLETTIAMO
È un giorno di grande gioia per i devoti dell’Immacolata, soprattutto un tripudio in Cielo in onore della Donna vestita di Sole, quel Sole che rappresenta Cristo, il Salvatore del mondo, e che Ella ha portato in grembo, Lo ha partorito e cresciuto fino ad offrirlo al Padre sul Calvario.
Tutto quello che si può dire di bello e di grande di una creatura, lo cantiamo oggi alla nostra amatissima Madre del Cielo.
Occorre Fede per dire che una Creatura umana è diventata Madre di Dio, si parla quindi di una Donna più che speciale, preservata dal peccato originale fin dalla Concezione Immacolata e da questo istante ha ricevuto la pienezza di Grazia Divina. Nel grembo della madre Sant’Anna era già Piena di Grazia.
Questo spiega anche il saluto dell’Arcangelo Gabriele: “Ti saluto, Piena di Grazia”. L’Inviato di Dio ha riferito quanto sentito da Dio, chiamandola Piena di Grazia afferma da parte della Santissima Trinità che nell’umile Fanciulla non è presente neanche una leggerissima imperfezione, la bava di satana non ha assolutamente sfiorato Colei che “tutte le generazioni chiamano Beata”.
Questo è stato il primo privilegio accordato alla Donna associata all’opera redentrice del Figlio che ha in comune con Dio Padre, e questo privilegio iniziale apre a quello della Maternità Divina, alla perpetua Verginità, alla Corredenzione e alla sua opera di Mediatrice tra Gesù e noi.
La Santissima Trinità, volendo salvare l’umanità, scelse Maria perché divenisse Madre del Figlio di Dio fatto Uomo. Più ancora. Dio volle che Maria fosse unita con un vincolo indissolubile non solo alla nascita umana e terrena del Verbo, ma anche a tutta l’opera della Redenzione che Egli avrebbe compiuto.
Nel piano salvifico di Dio Maria è sempre unita a Gesù, perfetto Dio e perfetto Uomo, Mediatore unico e redentore del genere umano. Fu predestinata fin dall’eternità, all’interno del disegno d’Incarnazione del Verbo, per essere la Madre di Dio, per disposizione della divina Provvidenza.
Questa solennità dell’Immacolata Concezione è stata per secoli dibattuta all’interno della Chiesa, c’erano anche Santi nel medioevo che non comprendevano l’Immacolata Concezione di Maria, per la prevalenza dei loro ragionamenti sinceri sulla Fede. Avevano studiato a lungo ma razionalmente che questo privilegio era solamente di Gesù, perché la Madonna nacque prima di Lui, quindi, per quali meriti poteva ricevere questo privilegio?
La disputa la risolse un innamorato dell’Immacolata, il Beato Duns Scoto, il quale davanti ai più importanti teologi del 1200, con una analisi ispirata, affermò che “Dio poteva farlo, lo volle e lo fece”. L’Immacolata Concezione di Maria rientrava ovviamente tra le onnipotenti opere di Dio, se volle questo allora lo fece. A Dio nulla è impossibile, nulla è proibito.

8 dicembre Immacolata Concezione della Beata Vergine Mariaultima modifica: 2017-12-08T20:43:46+00:00da teresinaurgese
Reposta per primo quest’articolo

4 risposte a “8 dicembre Immacolata Concezione della Beata Vergine Maria

  1. ciao tereinaugesw.
    sono comtento che siamo amici,
    una serena notte ed un sincero saluto nel nome del signore aldo.

  2. Buona continuazione di questo lungo ponte dell’Immacolata.
    Un abbraccio di bene cara Teresina da Divina.

  3. Teresa, come hai trascorso la festivita di ieri “l’Immacolata concezione”? spero sei andato in chiesa e pregato per te e per tutta la comunità?
    ti auguro un bel giorno di sabato prefestivo…Mik

  4. In questo giorno la gioia e la benedizione della Madre Immacolata possa scendere su tutti noi. Del tuo commento voglio ringraziare
    e un omaggio qui lasciare per una serena notte stellata lieta serata dell’Immacolata.
    http://files.iosonolalucedelmondo.it/200000672-beb6fbfb1c/IMMACOLATA.jpg

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato ma sarà visibile all'autore del blog.