9 SETTEMBRE 2018 XXIII DOMENICA DEL TEMPO ORDINARIO ANNO B Mc 7,31-37

https://iosonolalucedelmondo.it/_files/200000794-4bb474cacf/200/7,31-37%20Mc%20%20Effat%C3%A1.gif

Si schiuderanno gli orecchi dei sordi, griderà di gioia la lingua del muto. Isaia 35,4-7

TESTO:-
Dal Vangelo secondo Marco. (Mc 7,31-37)
In quel tempo, Gesù, uscito dalla regione di Tiro, passando per Sidòne, venne verso il mare di Galilea in pieno territorio della Decàpoli.
Gli portarono un sordomuto e lo pregarono di imporgli la mano. Lo prese in disparte, lontano dalla folla, gli pose le dita negli orecchi e con la saliva gli toccò la lingua; guardando quindi verso il cielo, emise un sospiro e gli disse: «Effatà», cioè: «Apriti!». E subito gli si aprirono gli orecchi, si sciolse il nodo della sua lingua e parlava correttamente.
E comandò loro di non dirlo a nessuno. Ma più egli lo proibiva, più essi lo proclamavano e, pieni di stupore, dicevano: «Ha fatto bene ogni cosa: fa udire i sordi e fa parlare i muti!». Parola del Signore.

RIFLESSIONI

Un sordomuto. Assomiglia molto a noi, quando siamo nel peccato.
Possiamo avere accanto Dio, che ci sussurra le parole più dolci e imperiose. Non lo sentiamo. Possiamo aver vicino le persone più acute e più buone, che desiderano aiutarci. Non prestiamo attenzione. O passiamo davanti a chi ha bisogno di un conforto, di una speranza. È come se fossimo soli al mondo, chiusi nel nostro egoismo.
Ma se il sacramento di Cristo ci raggiunge… Può essere la Chiesa che battezza o ci offre il perdono a nome del Signore Gesù. Le dita, la saliva, l'”apriti” possono essere l’acqua o la mano benedicente che si leva su di noi: “Io ti battezzo”; “Io ti assolvo”.
Allora avviene nuovamente il “miracolo”.
Diventiamo capaci, per grazia, di udire le consolazioni e i suggerimenti e gli imperativi di Dio. Diventiamo capaci di rispondergli con la preghiera e con la vita.
E il prossimo è colui che dev’essere ascoltato e confortato. Nasce la fraternità.
Se ci lasciamo salvare dal Signore. Se aderiamo a lui con tutte le forze.

9 SETTEMBRE 2018 XXIII DOMENICA DEL TEMPO ORDINARIO ANNO B Mc 7,31-37ultima modifica: 2018-09-08T16:15:53+02:00da teresinaurgese
Reposta per primo quest’articolo

7 risposte a “9 SETTEMBRE 2018 XXIII DOMENICA DEL TEMPO ORDINARIO ANNO B Mc 7,31-37

  1. Ciao .Riempi la vita di cose che contano: di amicizia, d’amore, di altruismo e di speranza. E la tua vita non sarà mai vuota.(Giorgia Stella).Ti auguro un meraviglioso Sabato pomeriggio
    e un gioioso Weekend colmo d’amore un abbraccio.con affetto.Antonio..Clicca

  2. “Se cerchi un tesoro devi cercarlo nei posti meno visibili, non cercarlo nelle parole della gente, troveresti solo vento. Cercalo in fondo all’anima di chi sa parlare con i silenzi…” ( A. Merini ) —Un dolce weekend cara amica, un grande sorriso con abbracci…..Mik— … https://www.immaginigratis.biz/wp-content/uploads/2018/05/Buon-weekend-004-596×523.jpg

  3. Ciao Teresina, sono tornata delle mie vacanze al mare,buon mercoledì pomeriggio un abbraccio ..Laura CLICCA

  4. Un abbraccio di luce per augurarti un mercoledi di felice ….Mik/^^_**

  5. Ciao .Ogni persona è degna d’un’infinita ricchezza d’amore, la bellezza della sua anima non conosce limiti.(Tagore).Ti auguro un splendido Pomeriggio con il tuo cuore colmo di gioia e amore un abbraccio con affetto.Antonio..Clicca

  6. Ci si dovrebbe svegliare ogni giorno con: un bacio della persona amata, le coccole del cane e le fusa del gatto, l’adrenalina di una bella notizia, il piacere del caffè e qualcosa di divertente che faccia sorridere. (L. Beha) –Per iniziare il lunedì scelgo un caffè, per continuarla un sorriso e per darti il buongiorno ti invio un abbraccio. MIK

  7. Ogni giorno passato è una perla favolosa sulla collana della vita, che con il tempo diventa sempre piu preziosa, scintillante dalla luce del tuoi occhi, che mostrano al mondo la tua anima bella…Ti auguro una dolce domenica con sorrisi, abbracci e felicità …Mik

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato ma sarà visibile all'autore del blog.